-
-
-
-
-
-
 
 
  Santuario del granato  
  Santuario del granato Edificato intorno al XII secolo Ŕ ancora oggi meta di numerosi pellegrini provenienti non solo dal Cilento, ma anche da molti capoluoghi della Campania sia per devozione che per la sua superba posizione sul golfo di Salerno, dalla quale si pu˛ ammirare un panorama divino. Con molta probabilitÓ le sue origini affondano nell'epoca mitologica greco - romana ed era dedicata a Giunone a cui era sacro il frutto del melograno.

La Cattedrale, nella quale veniva venerata Santa Maria Maggiore e poi, verso il secolo XIV, S. Maria del Granato, a testimonianza di taluni sarcofagi episcopali conservati nella cripta della cattedrale di Salerno, Ŕ suddivisa in tre navate e in tre absidi, la cui ultima ristrutturazione risale al 1708 effettuata dal Mons. Francesco Nicolai quale Vescovo di Capaccio. All'interno, si trovano la statua raffigurante la Madonna del Melograno sull'altare Mggiore, il pulpito cosmatesco, (alcuni affreschi tardo gotici, uno dei quali recuperati dal pulpito) e una lastra tombale paleocristiana sulla quale sono incisi i segni simbolici del cristianesimo.
L'attuale rettore del Santuario, padre Domenico Maria Fiore, un eremita della provincia napoletana dell'Ordine Carmelitiano dell'Antica Osservanza, accoglie per giornate di ritiro seminaristi, sacerdoti e giovani che sono in ricerca vocazionale.
 
 
   
 
 
Azienda Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo di Paestum
Amministrazione, Informazioni e Ufficio relazioni con il pubblico
Via Magna Grecia, 887 - 84047 Capaccio (Sa)
Tel.: +39 0828 811016 (Informazioni e U.R.P.)
Fax: +39 0828 722322
P.E.C.: aastpaestum@legalmail.it
E-mail: info@infopaestum.it


A.A.S.T.P Copyright @ 2008 Tutti i diritti riservati - CREDITS